venerdì 8 febbraio 2013

Concorso DS in Sicilia: rinviata la decisione sul ricorso al 5 marzo

REPUBBLICA ITALIANA
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia
(Sezione Seconda)
ha pronunciato la presente
ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 114 del 2013

per l'annullamento
1) dei decreti 30/9/2011 n. 15952 e 30/10/2011 n. 16111 del Direttore Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, concernenti l'approvazione dell'elenco aspiranti alla nomina della Commissione del concorso per dirigenti scolastici di cui al DDG del 13/7/2011, nelle parti in cui il Nicoletti Nicola vi viene incluso anche quale idoneo alla nomina a Presidente della Commissione medesima;
2) del decreto n. 16005 del direttore suddetto, relativo alla rideterminazione della Commissione esaminatrice del concorso per esami e titoli, indetto con DDG del 13/7/2011 per il reclutamento di dirigenti scolastici per la scuola primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado e per gli istituti educativi a mezzo del quale Nicoletti Nicola, già componente della Commissione, è stato nominato Presidente a seguito delle dimissioni di Nicotra Ida e Moschetti Maria Rita, è stata nominata componente della Commissione in sostituzione del predetto Nicoletti;
3) di tutti i verbali e gli atti redatti sia dalla Commissione esaminatrice nominata con decreto 4/10/2011 n. 16135 del Direttore summenzionato che dalla Commissione esaminatrice rideterminata con decreto 7/9/2012 n. 16005 dello stesso Direttore Generale, nonchè dalla Sottocommissione esaminatrice di cui al decreto 10/1/2012 n, 487 del Direttore medesimo, in particolare quelli che verranno espressamente menzionati nel ricorso;
4) del decreto 7/12/2012 n. 22599 del direttore succitato, concernente l'elenco dei candidati risultati idonei a seguito della valutazione delle prove scritte del concorso di cui al DDG del 13/7/2011;
5) di ogni altro atto presupposto, connesso e conseguente.






 
Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visti gli artt. 65, 66 e 67 cod. proc. amm.;
Visti gli atti di costituzione in giudizio dell’Avvocatura distrettuale dello Stato per le Amministrazioni intimate;

 
Ritenuto necessario, al fine del decidere, acquisire dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, documentati e motivati chiarimenti in ordine ai fatti di causa con particolare riferimento all’attività posta in essere ai fini della integrazione della Commissione di concorso a seguito delle dimissioni dell’originario Presidente;
Ritenuto che per gli incombenti istruttori di cui in premessa, cui provvederà l’Amministrazione tramite deposito presso la Segreteria della Sezione, appare congruo assegnare il termine di giorni venti dalla comunicazione in via Amministrativa della presente ordinanza, ovvero dalla sua notifica a cura di parte, se anteriore;
Ritenuto di dover rinviare la trattazione della domanda cautelare alla camera di consiglio del 5 marzo 2013, ore di rito;
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Seconda) dispone gli incombenti istruttori nei sensi e nei termini di cui in motivazione.
Rinvia per la trattazione della domanda cautelare la camera di consiglio del 5 marzo 2013, ore di rito. Ordina alla segreteria della Sezione di provvedere alla comunicazione della presente ordinanza alle parti costituite.
Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 7 febbraio 2013 con l'intervento dei magistrati: