domenica 24 febbraio 2013

Vado a votare e ……………..



Vado a votare e mi viene in mente il circo di nani e ballerine che hanno condizionato la credibilità del mio Paese nel mondo,
Vado a votare e penso a quella signora che ha distrutto la scuola pubblica, costringendo centinaia di precari ad andare sopra i tetti dei provveditorati agli studi dei loro territori per protestare contro  tagli lineari privi di qualsiasi solidarietà sociale.
Vado a votare e penso all'incompetenza di chi ha tagliato le necessarie e indispensabili risorse finanziarie alla ricerca e all'Università
Vado a votare e ricordo feste e festini nel Lazio con figuranti dalle maschere di porco, mentre nel nord-est molti imprenditori onesti si suicidavano schiacciati da una crisi economica vigliaccamente snobbata
Vado a votare e penso alla città dell’Aquila ancora non ricostruita
Vado a votare e penso all’umiliazione delle donne al cospetto di un potere populista fine a se stesso
Vado a votare e penso agli scandali nella regione Lombardia, agli scandali del San Raffaele, agli scandali dei cerchi magici che hanno comprato lauree e diplomi " falsi ", che hanno danneggiato l’immagine della Finmeccanica e che hanno carpito la fiducia di tanti italiani in buona fede.





Ho votato,  e ora rimango  nella speranza di aver contribuito a quel voto utile affinché  ogni cosa che ho  ricordato finisca,  con buona pace di tutti i  caimani e di tutte le bambole di gomma siliconata di turno.

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.