domenica 26 maggio 2013

Binomio Boccia-Ghizzoni vicino agli esodati della scuola



Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera si esprime con toni fermi e decisi sul caso Quota 96, ovvero sul caso esodati della scuola, dicendo: "Non appena in commissione Bilancio arriverà il primo provvedimento in materia pensionistica sarà mia priorità raccordarmi con il presidente della commissione Lavoro, Cesare Damiano, per proporre al governo una modifica che colmi, in tempi brevi, la grave lacuna sui cosiddetti 'Quota 96'". Questo messaggio è stato inviato alla tavola rotonda sui pensionandi della scuola, organizzato proprio  dal comitato civico Quota 96.

 

Francesco Boccia  continua affermando "Già nei mesi scorsi ho avuto modo di seguire, in prima persona, l'importante battaglia portata avanti dal comitato civico degli esodati della scuola e mi sento di esprimere, ancora una volta, una forte vicinanza a tutti i lavoratori che si sono dovuti scontrare con quel 'mostro esodati' creato dalla recente riforma Fornero. Non è mancato provvedimento che avesse attinenza con il tema delle pensioni nel quale il Partito Democratico non abbia tentato, con emendamenti appositi, di porre rimedio a questo evidente errore. E oggi, anche alla luce del nuovo esecutivo appena insediato, voglio ribadire il mio impegno perché questa vicenda trovi, finalmente, la giusta soluzione. Proprio oggi, tra l'altro, per intervenire tempestivamente sul tema ho firmato la proposta di legge in materia della collega Ghizzoni". Quindi si è creato un binomio forte che ha preso di petto il problema esodati della scuola,  pur rimanendo in attesa di vedere quali saranno i tempi attuativi per portare a termine una correzione legislativa non più rinviabile.

Aldo Domenico Ficara