sabato 4 maggio 2013

Nel Concorso a DS ANIEF non si arrende



L’Anief invita i ricorrenti ad appellare la  sentenza n. 4323/13 su ricorso reg. n. 9258/2011, in questa fase il sindacato palermitano offrirà il proprio sostegno legale gratuitamente, e incoraggia a costituirsi tutti ad adiuvandum per ribaltare il giudizio in appello. L’invito a ribaltare il giudizio in appello si basa sull’orientamento finora diametralmente opposto mostrato dai giudici di secondo grado, in sede cautelare, dalle buste trasparenti lombarde alle nomine dei commissari, rispetto alle sentenze di primo grado. ANIEF continua la sua battaglia contro un concorso che secondo lo stesso sindacato presenta molti dubbi a partire dalla legittimità delle buste utilizzate per arrivare all'incompatibilità della nomina di alcuni commissari già manifestati dai giudici di Palazzo Spada quando hanno annullato i giudizi del Tar Lazio.

 

 Inoltre  ANIEF vuole avere dal CdS una risposta alle seguenti due domande:
1.      Una commissione di esperti si può riunire senza verbalizzare i criteri nella selezione delle domande ?   
2.      Alcune risposte della prova preselettiva sono state veramente errate, fuorvianti o ingannevoli ?

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.