martedì 14 maggio 2013

Paolo Sestito (Invalsi): citato Vincenzo Pascuzzi

In un articolo su Ilsussidiario.Net dal titolo
" Paolo Sestito (Invalsi): non siamo il metro assoluto, né vogliamo sostituire i prof ",  lo stesso Paolo Sestito cita Vincenzo Pascuzzi ( autore di numerosi articoli sul nostro blog RTS ). Si riporta l'inizio dell'articolo:

"Caro direttore,

non voglio trasformare il dibattito sulle prove Invalsi in una sorta di tenzone personale tra me e il prof. Israel, anche perché su molti dei temi sollevati in questo nostro scambio ci sono numerose altre persone meglio in grado del sottoscritto di intervenire. Mi sento però in dovere di precisare un paio di punti. Il primo è prettamente istituzionale. Nell’assetto italiano, l’Invalsi è un ente di ricerca, non un “ufficio operativo” d’un ministero; non è perciò né un ufficio sonnolento, del tipo burocratico-pacioso e quindi poco operativo che spesso tende a ricollegarsi col termine ministeriale, né l’iperattiva unità di stuntman per conto terzi, adombrata in un commento (di Vincenzo Pascuzzi) di supporto alle tesi del prof. Israel.  Ente di ricerca è cosa diversa anche da “centro ideologico”; l’Invalsi è un ente di ricerca che opera tra innumerevoli problemi (in primis la precarietà di molti dei suoi ricercatori e dipendenti) e certamente non privo di difetti, ma che non intende sottrarsi alla valutazione dell’operato proprio e dei propri ricercatori e che vive dell'interlocuzione col mondo esterno sulle tematiche di cui si occupa "

http://www.retescuole.net/contenuto?id=20130514080854






Curriculum vitae: Paolo Sestito ha avuto incarichi di rilievo presso la Commissione Europea DG ECFIN, presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali (dal 2000 al 2006) e l’OCSE. Fra le sue pubblicazioni: Il mercato del lavoro in Italia. Com’è. Come sta cambiando, 2002, Laterza; Disoccupati in Italia. Tra Stato, Regioni e cacciatori di teste (con Pirrone), il Mulino, 2006; e Il capitale umano (con Cipollone), il Mulino, 2010.