sabato 4 maggio 2013

Riflessioni sullo stipendio del Dirigente scolastico

Un botta e risposta su Mininterno riguardante lo stipendio del Dirigente scolastico:

Da: Alla @@@@ dei @@@@
29/04/2013 15.21.46
Che bello essere Ds, soprattutto che bello quando il 23 mi accrediteranno quei bei 3000 euro con cui potrò finalmente godermela alla grande, alla @@@@@ di tutti i @@@@ invidiosi.


Da: X alla @@@@ dei @@@@
30/04/2013 23.56.24
Caro collega, esageri. Sono ds da sette anni, scuola di seconda fascia benché abbia 1000 alunni, 4 plessi e una sezione aggregata. Lo stipendio più alto preso finora è di 2570 euro. Togli la benzina, il cellulare sempre in uso perché da scuola non si possono fare telefonate su mobili o fuori regione, che resta? Quello che prenderei se fossi restato professore, con 18 ore la settimana, tanti compiti da correggere ma tante responsabilità  e tanti pensieri in meno


 

 

Trattamento economico del Dirigente Scolastico



La struttura della retribuzione del Dirigente Scolastico è strutturata in:
Stipendio tabellare: 43.310,90 euro annui.
Retribuzione di posizione: da 3.556 euro che costituisce la parte fissa fino a euro 34.195,96 annui che costituisce la parte variabile (correlata alla complessità dell'Istituto diretto).
Retribuzione di risultato: la parte base è pari a circa il 20% della retribuzione di posizione a cui si aggiungono gli importi relativi allo svolgimento degli incarichi aggiuntivi.
Assegno ad personam: conferito ai Dirigenti ex Presidi incaricati per importi che variano da circa 3.500 euro fino a circa euro 12.000 annui.
RIA (retribuzione individuale di anzianità): conferita ai Dirigenti ex Presidi di ruolo i cui importi sono simili a quelli dell'assegno ad personam.
Retribuzione incarichi aggiuntivi: oltre alla retribuzione ordinaria spettano al dirigente ulteriori indennità per gli incarichi aggiuntivi, obbligatori o non, svolti tra i quali la presidenza commissioni esami di stato (da euro 1817 fino a euro 3519), attività connesse all'educazione degli adulti e alla terza area degli istituti professionali (2% somme a tal fine stanziate), incarico di reggenza di ulteriori istituzioni scolastiche (circa 9.500 euro annui d'indennità di reggenza a cui si aggiunge una integrazione della retribuzione di risultato pari all'80% della retribuzione di posizione parte variabile della scuola affidata in reggenza, per un totale che varia da circa 15.000 a 20.000 euro), direzione di progetti (una percentuale variabile rispetto all'importo dello stanziamento, ad esempio il 5 % del costo totale del progetto nel caso dei PON), funzioni di "mentor" nell'attività di formazione per i dirigenti neoassunti, funzioni di commissario governativo, e ogni altro incarico non ricompreso nel regime di onnicomprensività del trattamento economico del personale dirigente.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.