venerdì 21 giugno 2013

A FIRENZE NASCE IL TAVOLO DEI CONSIGLI D'ISTITUTO

Riceviamo da Associazione Genitori AGe Toscana  e volentieri pubblichiamo:

Ribolliva da tempo fra i genitori la voglia di partecipare in modo consapevole alla vita della scuola: basta con le approvazioni inconsapevoli, basta ai bilanci sottoposti all'ultimo minuto (perché se no la scuola viene commissariata) e basta con l'impegno dei soliti noti, nella delega/dilagante dei più.

Ci voleva una risposta efficace e i Consigli d'Istituto fiorentini l'hanno trovata: un Tavolo nuovo fiammante nel quale incontrarsi, scambiare esperienze, formarsi con l'aiuto di esperti qualificati. Ecco le parole chiave dell’incontro di contatto svoltosi presso l’ISIS Russell Newton di Scandicci: “migliorare”, “incidere”, “muro”, “è dura”, “imparare”, “sensibilizzare”, “normativa”. E poi anche “insieme”, “formazione”, “consapevolezza”.






Prossimo appuntamento a inizio settembre, quando si terrà il primo incontro di formazione dedicato alle regole di funzionamento dei Consigli (convocazione, gestione della seduta, delibere, verbalizzazione). A seguire verranno affrontate tematiche essenziali per il ruolo di rappresentante negli organi collegiali quali: progetti e Piano dell'Offerta formativa; ruoli all'interno della scuola; Presidente, Consiglieri e Giunta esecutiva;  Bilancio; Come coinvolgere i genitori; Regolamenti interni e Normativa scolastica.

Auspice dell'iniziativa l'Associazione genitori A.Ge. Firenze, che ha fatto la scommessa di convocare i membri dei Consigli a giugno inoltrato ed è stata premiata dalla partecipazione di oltre quaranta genitori, provenienti da ogni parte della provincia e anche da fuori. "Come AGe Toscana formiamo rappresentanti di classe e membri dei Consigli d'istituto da oltre 15 anni -dichiara la presidente Rita Manzani Di Goro- Ci sembra giunto il momento di mettere in rete le tante realtà toscane funzionanti con quelle in maggiore difficoltà e insieme costruire una cultura della partecipazione che abbia ricadute dirette sulla riuscita scolastica dei nostri figli e ancor più sulla loro formazione da cittadini".

Prepararsi su temi come autonomia, POF, bilanci, regole, programmazione, condivisione con i territori aumenta la consapevolezza del ruolo dei genitori anche nella gestione diretta del bene comune-Scuola, e le relazioni positive con insegnanti, dirigenti e ATA.
Imparare il "mestiere del rappresentante-genitore in Consiglio di Istituto" può inoltre rendere più efficace e coordinata la ricerca di soluzioni condivise e unitarie a livello generale, con l'obiettivo di migliorare e rafforzare il patto di cittadinanza, nell'interesse dei bambini per i quali la scuola è un luogo privilegiato e fondamentale.

Graditissima ospite, una delegazione dell’Associazione AGe più giovane d’Italia, quella di Vitorchiano (VT), che a pochissimi giorni dal proprio riconoscimento presso la Federazione nazionale, ha voluto essere presente per raccogliere il testimone e non ha mancato di mettersi al servizio curando la segreteria dell’incontro, nel più autentico spirito AGe.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.