lunedì 3 giugno 2013

Grillo: un tetto alle pensioni, non più di 6.000 euro



Beppe Grillo a Marina di Ragusa  propone "un tetto alle pensioni: non più di 6.000 euro, anche a chi ne prende da 10 a 90mila, il resto li diamo agli 8 milioni di pensionati che vivono con meno di 500 euro al mese. Vi sembra una proposta populista? Allora sono fiero di essere populista". Il leader nazionale del movimento CinqueStelle si è soffermato anche sui dati nazionali riguardanti il lavoro (e diffusi dai sindacati) ed ha parlato di "un sindacato che ha tradito il mondo dei lavoratori". Ha puntato l'attenzione sulla situazione difficile del Meridione, dove più alto è il tasso di povertà e di disoccupazione e dove sempre più i giovani sono spinti verso l'emigrazione.

 

 Inoltre Beppe Grillo, con riferimento alle prossime tornate elettorali,  mette in guardia il Paese dicendo: “ C’è un sistema di interessi, convenienze, clientele, spregiudicatezze, che resiste usando tutti i mezzi leciti ed illeciti per sovvertire le idee e distorcere i nostri messaggi di reale cambiamento. Se i cittadini preferiscono lasciarsi governare  da chi ha fatto del clientelismo, della raccomandazione, della cementificazione, della non prevenzione, il proprio metodo di gestione amministrativa, allora li votino pure “.