mercoledì 12 giugno 2013

"il ns. istituto vive in una condizione edenica"



Riproponiamo un articolo segnalato da Vincenzo Pascuzzi e pubblicato su ReteScuole, evitando in questo contesto di inserire i nomi dei protagonisti di una circolare che evidenzia un aspetto particolare della valutazione scolastica.

Circolare


Ai docenti della scuola primaria

Oggetto: proposte di voto registro elettronico

Avendo ormai concluso la visione delle proposte di voto delle SS.LL., constatando che nessuna votazione insufficiente è stata proposta, non posso che concludere, per motivi puramente statistici e senza entrare in alcun caso singolo, che il ns. istituto vive in una condizione edenica, ove nulla di negativo esiste.

Essendo questa una condizione irrealistica, non posso che concludere che irrealistiche sono le proposte di voto. Con ciò si è privato il sottoscritto di qualsiasi elemento realistico di valutazione sull’andamento della didattica, impedendogli di avere elementi di valutazione fondati sui quali approntare l’azione futura.




Le proposte di voto devono essere realistiche. La mancata proposta di valutazioni negative può addirittura costituire mancanza ai propri doveri docimologici.

L’eventuale innalzamento di insufficienza alla sufficienza, il che è la regola nella scuola primaria, deve avvenire in sede di scrutinio, non prima.

Si invitano pertanto i docenti a rettificare le proposte di voto surrettiziamente elevate alla sufficienza, onde poter procedere a una valutazione benevola ma realistica.

Il dirigente scolastico

http://www.retescuole.net/contenuto?id=20130611152401

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.