giovedì 4 luglio 2013

Sentenza buste trasparenti lombarde: dopo 30 giorni calma piatta




Sono ormai passati 30 giorni dalla data in cui si è tenuta l’ultima udienza del Consiglio di Stato riguardante le buste trasparenti usate per contenere i dati anagrafici degli aspiranti presidi che parteciparono al concorso per Dirigenti scolastici svolto in Lombardia. Questa attesa è del tutto prevedibile e preventivabile in quanto l’articolo 55 della legge n 186 del 27 aprile 1982 così recita:
Art. 55. Sottoscrizione e pubblicazione delle sentenze





1. Le sentenze del Consiglio di Stato e dei tribunali amministrativi regionali sono sottoscritte dal presidente e dall'estensore.
La sentenza è resa pubblica mediante deposito nella segreteria. Il segretario da' atto del deposito in calce alla sentenza, vi appone la data e la firma ed entro 5 giorni ne da' comunicazione alle parti costituite.
3. Le sentenze debbono essere redatte non oltre il quarantacinquesimo giorno da quello della decisione della causa

Quindi l’attesa per gli idonei e i ricorrenti lombardi potrebbe continuare per altri 15 giorni, arrivando così al 18 luglio 2013, esattamente a un anno da quando iniziò questa incredibile controversia giudiziaria.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.