lunedì 30 settembre 2013

Concorso a DS in Sicilia: indagini e dimissioni




Dopo la pubblicazione dell’articolo su La Repubblica.it riguardante l’indagine aperta dalla Procura della Repubblica di Palermo sul concorso per Dirigenti scolastici svolto in Sicilia, si sgonfia quel bubbone di scetticismo che faceva gridare molti alla " notizia bufala ". Quando qualche settimana fa la notizia era stata pubblicata da RTS,  imperava lo scetticismo totale, si faceva a gara nel commentare  come mai ADF avesse pubblicato un’informazione così importante  senza la necessaria ricerca di fonti attendibili.  Oggi tutti si mettono il cuore in pace: la notizia è attendibile perché  La Repubblica.it fa nomi e cognomi. Quando l’undici dicembre 2012 RTS fece nomi e cognomi,  ci fu un’alzata di scudi di alcune associazioni locali di presidi, che si indignavano su come potessero diffondersi simili notizie. L’ auspicio è quello che le stesse associazioni che si indignarono allora si indignino anche oggi, inviando lettere di fuoco alla redazione de La Repubblica.it, alla Procura della Repubblica di Palermo e alla Digos .
 


 
 
Per facilitare il compito dell’indignazione 2013 elenchiamo i nomi e cognomi riportati sull’articolo de La Repubblica.it (  http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/09/25/concorso-preside-indaga-la-procura-denunciate-irregolarita.html?ref=search ) riguardanti chi indaga sul concorso e chi si dimise dallo stesso concorso.

Chi indaga sul concorso ( secondo l’articolo de  La Repubblica.it ):

 Daniela Varone,  Sostituto procuratore

 Leonardo Agueci,  Procuratore aggiunto

Chi si dimise dal concorso ( estratto dall’articolo de La Repubblica.it ):

Angela Nicotra, Presidente della commissione giudicatrice

Nicola Nicoletti,  Ispettore in pensione.

Irene Iannello, Componente di una delle due sottocommissioni

Fausto Clemente

Margherita Francomano

Girolamo Di Trapani,  Esperto di informatica