lunedì 7 ottobre 2013

Il docente di scuola è protagonista del proprio futuro professionale ?

Il dossier di Tuttoscuola rappresenta per molti addetti ai lavori un' efficace sintesi utile a risolvere i problemi che affliggono da lustri il mondo della scuola. RTS vuole evidenziare il fatto che la stessa rivista Tuttoscuola riporta le considerazioni sul dossier solo di Esperti di politiche educative, Segretari nazionali di sindacati, Direttori di Fondazioni, Assessori regionali all'istruzione, Ordinari di Pedagogia sperimentale, Professori di Psicologia cognitiva, Presidenti di associazioni, ma senza prendere in considerazione le opinioni di chi la classe la vive giorno dopo giorno da decenni. Il docente di scuola non è il protagonista del proprio futuro professionale, ma solo un soggetto passivo delle idee altrui, Proprio le idee di coloro che hanno portato negli ultimi anni la scuola ai livelli in cui noi  ( semplici docenti di scuola ) con grande dispiacere la vediamo.

Di seguito si riporta un contributo ( molto significativo su quanto precedentemente esposto ) tratto dalla newsletter settimanale di Tuttoscuola N. 602 del 7 ottobre 2013

SEI IDEE PER RILANCIARE LA SCUOLA

e contribuire alla crescita del Paese

Hanno detto del dossier:



Giorgio Allulli (Esperto di politiche educative): “Ancora una volta Tuttoscuola fornisce un importante servizio alla scuola italiana, offrendo alla discussione sei proposte concrete, fattibili, che vanno al cuore dei problemi”.

Massimo Di Menna (Segretario UIL scuola): “Le buone idee servono molto. Le sei di Tuttoscuola, per la cui attuazione si può operare, sono un bel patrimonio”.

Valentina Aprea (Assessore all'istruzione Regione Lombardia): “Il nuovo dossier di Tuttoscuola può costituire un significativo contributo ad un dialogo aperto sul ruolo che il sistema di istruzione e formazione può e deve giocare”.

Andrea Gavosto (Direttore Fondazione Agnelli): “I sei temi individuati da Tuttoscuola segnalano gli aspetti di maggiore disagio della scuola italiana oggi”.

Benedetto Vertecchi (Ordinario di Pedagogia sperimentale Roma 3): “Credo che le proposte di Tuttoscuola vadano nella giusta direzione”.

Sebastiano Bagnara (Professore di Psicologia cognitiva, università di Sassari): “Le proposte di Tuttoscuola sono assolutamente condivisibili perché affrontano problemi reali, fatti assodati, veri ma purtroppo poco noti o meglio vissuti ormai come immodificabili nel pensare comune”.

Giuseppe Desideri (Presidente AIMC): “Va riconosciuto a Tuttoscuola di avere avuto il coraggio di uscire fuori dal coro. Il dossier va al centro di alcune principali questioni non preoccupandosi di seguire logiche politically correct. Tuttoscuola apre, finalmente, un dibattito fatto di proposte”.

Gregorio Iannaccone (Presidente ANDIS): “Tuttoscuola rende con questo dossier un servizio qualificato, onesto e coraggioso alla scuola italiana. Il dossier dice le cose che la gente perbene di scuola (la stragrande maggioranza degli addetti) da tempo sussurra e condivide”.

Vincenzo Alessandro (Segretario regionale Cisl-scuola Lazio): “Tuttoscuola ha dato prova, una volta di più, della sua capacità di affrontare il merito delle questioni che agitano le nostre strutture educative. Senza dubbio, un’operazione coraggiosa”.

Paolo Calidoni (Docente di didattica generale - Università di Sassari): “le ‘Sei idee di Tuttoscuola non si pongono 'contro' o 'per' un'impostazione di parte. Idee da mettere alla prova al più presto”.

Maurizio Gentile (Docente in Pedagogia Sperimentale – LUMSA): “Il lavoro di Tuttoscuola è impostato secondo il metodo della decisione basata su evidenze; un approccio utilizzato anche in sede internazionale. Mi auguro che 10, 100, 1000 lavori come questi continuino a stimolare la ricerca, la discussione, il pensiero educativo. Grazie Tuttoscuola!”.

Fiorella Farinelli (Esperto di politiche educative): “Le sei piste di Tuttoscuola sono tutte importanti, e appropriate a una discussione connotata, come sempre si dovrebbe, dall’intreccio tra strategie e fattibilità”.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.