martedì 8 ottobre 2013

La lezione del docente ha la priorità sulle riunioni degli organi collegiali



Un docente che presta servizio in due scuole distinte, nel caso in cui abbia la coincidenza di una lezione in classe nella scuola A e un organo collegiale nella scuola B, deve dare la precedenza alla lezione in classe. Infatti, la lezione del docente ha la priorità sulle riunioni degli organi collegiali, i cui incontri dovranno necessariamente svolgersi in orari non coincidenti con le lezioni, specificando così un’“importanza” o “priorità” della lezione rispetto agli incontri collegiali.




A tal proposito negli organi collegiali ( vedi consigli di classe )  le  decisioni  possono essere raggiunte con l’espressione della maggioranza dei docenti. Si ricorda che per i consigli di classe, al di fuori dell’ipotesi degli scrutini, non vi è il vincolo del “quorum strutturale” affinché l’adunanza sia valida.