sabato 26 ottobre 2013

Proposta emendativa sul concorso a DS: "Evviva la legalità. siamo in Italia"

Si riportano i commenti di alcuni candidati al concorso per Dirigenti scolastici che si sta svolgendo in Lombardia, in riferimento alla proposta emendativa pubblicata nel Bollettino delle Giunte e Commissioni del 10/10/2013.


Da: Gli idonei l''hanno finalmente spuntata26/10/2013 14.11.19

Proposta emendativa pubblicata nel Bollettino delle Giunte e Commissioni del 10/10/2013.
Dopo l'articolo 17, aggiungere il seguente:

Art. 17-bis.
(Proposta di modifica dell'articolo 1-sexies del decreto legge 31 gennaio 2005, n.7 convertito, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005 n.43).

1. Il primo periodo del comma 1, dell'articolo 1-sexies del d.l. 7/05 convertito nella legge 43/05 che recita �«A decorrere dall'anno scolastico 2006/07 non sono più conferiti nuovi incarichi di presidenza, fatta salva la conferma degli incarichi già conferiti�» è così modificato:
Comma 1:
A decorrere dall' a.s. 2013/14 gli incarichi di presidenza sono conferiti, prioritariamente, a coloro che già rivestivano in precedenza il suddetto incarico.
In via subordinata, gli incarichi di cui sopra sono assegnati secondo il seguente ordine:
a) soggetti risultati idonei a una delle precedenti procedure concorsuali per il reclutamento di dirigenti scolastici (ordinari o riservati) ma non immessi in ruolo per carenza di posti vacanti e disponibili;
b) soggetti risultati idonei a una delle precedenti procedure concorsuali per il reclutamento di dirigenti scolastici (ordinari o riservati) ma non immessi in ruolo per annullamento della procedura concorsuale;
e) soggetti, che abbiano partecipato a precedenti concorsi per il reclutamento di dirigenti scolastici (ordinari o riservati) e che abbiano instaurato un contenzioso ancora pendente avente ad oggetto l'esclusione e/o il mancato superamento dei concorsi;

Comma 2:
Alla copertura finanziaria degli incarichi di cui alle lettere a), b), e si provvede mediante l'attribuzione di un importo corrispondente all'indennità di reggenza che sarebbe spettata al dirigente scolastico destinatario di incarico di reggenza su sedi vacanti.

Comma 3:
I docenti incaricati di presidenza di cui alle lettere a, b, e sono ammessi ad un periodo di formazione, previo superamento di un esame colloquio, ai fini dell'immissione nel ruolo dei dirigenti scolastici.
Il Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca disciplina con proprio decreto le modalità di svolgimento dell'esame colloquio e del periodo di formazione.




Da: hai ragione26/10/2013 14.48.27
è una vergogna! La proposta relativa all'incarico di chi ha un contenzioso ancora pendente è da voltastomaco. Che paese è questo? I vari TAR regionali hanno deciso ognuno per cavoli suoi, basti vedere l'inserimento in graduatoria, in alcune regioni, di ammessi con sospensiva di TAR incompetenti ( bocciati alla preselettiva in Campania e altrove).
Da: osservazione26/10/2013 14.54.45
Proposta emendativa pubblicata nel Bollettino delle Giunte e Commissioni del 10/10/2013.
Dopo l'articolo 17, aggiungere il seguente:

Art. 17-bis.
(Proposta di modifica dell'articolo 1-sexies del decreto legge 31 gennaio 2005, n.7 convertito, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005 n.43).

Complimenti. Se fosse vero: "Evviva la legalità. siamo in Italia"

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.