sabato 2 novembre 2013

ALLA MEMORIA DI UN CARO AMICO: ETTORE MEGALI

di Lucio Ficara
In questa giornata di commemorazione dei defunti, RTS vuole ricordare la figura di un professore di storia e filosofia, che ha lasciato, nel suo percorso terreno, l'immagine dell'intellettuale onesto che combatte, anche all'interno della scuola, l'arroganza e l'ignoranza: ETTORE MEGALI. Un grande! Così come dice il suo stesso cognome. Un uomo che non temeva di dire la verità, anche se questa era scomoda e dava fastidio alla politica corrotta e alla classe dirigente collusa. Ettore ha vissuto la sua esistenza in trincea, a combattere per la legalità e la giustizia, contro il potere della corruzione e delle facili carriere. Una fine penna, quella del prof. Megali, pungente e temuta.
Quando Ettore Megali saliva sul palco per fare comizi, il potere costituito tremava, aveva paura delle sue parole, che sibilavano come dardi, lanciati da un arco libero e magistrale. Noi che lo abbiamo conosciuto e lo abbiamo sostenuto, vincendo le dure battaglie di legalità, lo vogliamo ricordare, dicendogli che RTS è stata creata, come strumento della modernità, per continuare a difendere i principi di cui Ettore è stato sano portatore. Ciao Ettore e grazie di tutto e per averci insegnato che nella vita bisogna avere coraggio, senza pensare al proprio tornaconto personale, ma piuttosto al bene dell'intera collettività. Mi piace ricordare, per rendere onore a Lui e alla verità, che il Prof. Ettore Megali, docente intelligente e molto preparato, non amava sottostare al potere costituito del liceo classico, in cui era titolare. In quel liceo, il liceo classico di Paola in provincia di Cosenza, c'era, all'epoca in cui Megali era docente, un clima di scarsa trasparenza, di poca correttezza deontologica di alcuni insegnanti. Ettore, non poteva accettare certe situazioni, denunciate, anche con testimonianze al magistrato, da diversi alunni, e passò all'attacco per amore della legalità e per un sano principio di senso civico. Presto contro Ettore si scatenò l'inferno, tutto il potere della scuola ed extra scuola, voleva eliminare questa figura scomoda. Ecco scattare un'inchiesta contro il professore Megali
http://banchedati.camera.it/SindacatoIspettivo_X/VisAtto.ashx?idlegislatura=7&ramo=CAMERA&stile=6&idDocumento=5-00588
Oggi sappiamo che Ettore aveva ragione, l'onesto era lui, ma poiché era scomodo quello che diceva, andava eliminato. Siamo sicuri che dove sei, avrai avuto l'onore delle armi, per avere condotto un'esistenza piena di valori etici e ricca di sentimenti.
Ciao ETTORE!

1 commento:

  1. CE NE VORREBBERO (pure OGGI) di persone di siffatta STATURA.

    ESEMPIO delle Battaglie Promosse.
    Camera dei Deputati - Sindacato Ispettivo
    INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE: 5/01017
    presentata da MELLINI il 16/01/1978 nella seduta numero 0248;

    MINISTRO DELEGATO: ISTRUZIONE (COMM. 08) DESTINATARIO: ISTRUZIONE
    SINTESI: SULL’ATTEGGIAMENTO ASSUNTO DAL PROVVEDITORATO AGLI STUDI DI COSENZA
    NEI CONFRONTI DELL’ATTIVITA’ DIDATTICA SVOLTA NEL LICEO CLASSICO DI PAOLA DA ETTORE MEGALI,
    DOCENTE DI SCIENZE UMANE E STORIA.
    COFIRMATARI: BONINO-EMMA (PR) FACCIO (PR) PANNELLA (PR).

    PURTROPPO
    ci sarebbero TUTTI i documenti per "attivare" procedure SIMILARI IN CONTESTI ODIERNI.
    MA (all'epoca)
    figure del genere -GIUSTAMENTE SUPPORTATE DA FORZE PARLAMENTARI-POLITICHE-
    erano reperibili...
    ...OGGI vanno "mimetizzandosi" !!!


    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.