sabato 9 novembre 2013

Arrestato Oscar Lancini, il sindaco leghista di Adro

Dal blog di Gad Lerner

Oscar Lancini, sindaco di Adro (quello diventato famoso per aver tappezzato la scuola del paese con il sole delle Alpi), è stato arrestato dai carabinieri e si trova in questo momento agli arresti domiciliari. Lancini è accusato di turbata libertà degli incanti e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. Avrebbe favorito alcune aziende nella gara d’appalto per la realizzazione di alcune opere in paese. Il sito Giornalettismo ricostruisce la vicenda che aveva reso “famoso” Lancini, sindaco leghista che aveva riempito la scuola di Adro di simboli leghisti.
Oscar Lancini è il sindaco di Adro famoso per essere entrato in un paio di occasioni nelle cronache politiche nazionali. La più spettacolare fu quando la scuola elementare della cittadina, appena rifatta e intitolata all’ideologo della Lega Nord Gianfranco Miglio, si scoprì tappezzata di simboli del Sole delle Alpi: La denuncia arrivò all’epoca da un ragazzo della cittadina:
Porrò dunque all’attenzione di chi legge un altro interrogativo di natura etica: é opportuno che in un edificio scolastico pubblico vengano posti i simboli di un partito politico? E’ mai capitato a qualcuno di voi di entrare in una scuola e vedere dipinti sui banchi piccoli simboli di UDC, PDL, PD, IDV, sinistra o destra extraparlamentare? Falci e martelli, svastiche? Sono curioso: se visitaste un edificio scolastico i cui zerbini, i posacenere sui cestini dell’immondizia, ed ogni banco riportassero inciso in modo indelebile il simbolo della Lega Nord, quale sarebbe la vostra reazione?” .



Anche i banchi erano pieni di simboli del Sole delle Alpi:

Per acquistare gli arredi (su molti dei quali c’è il famoso simbolo del Sole delle Alpi) il Comune di Adro all’epoca ha sborsato 230mila euro; ad essi vanno aggiunti, scriveva sempre il Corriere, altri350mila frutto di una sottoscrizione a cui hanno aderito trenta famiglie del paese. I dieci zerbini all’ingresso dell’edificio sono costati uno sproposito: 7500 euro in totale, 750 ciascuno, una cifra a cui si è arrivati perché è stato necessario “fabbricare ex novo lo stampo del Sole delle Alpi”. I cestini del’immondizia, quelli per la raccolta differenziata e quelli ‘normali’ sono invece costati poco meno: 6500 euro. Anche questi soldi sono destinati a sparire, e i secchi ad essere semplicemente sostituiti. Il rifacimento dei tetti, dove invece campeggiano due giganteschi Soli delle Alpi, arriverà a costare ben 10mila euro. I cestini del’immondizia, quelli per la raccolta differenziata e quelli ‘normali’ sono invece costati poco meno: 6500 euro. Anche questi soldi sono destinati a sparire, e i secchi ad essere semplicemente sostituiti. Il rifacimento dei tetti, dove invece campeggiano due giganteschi Soli delle Alpi, arriverà a costare ben 10mila euro: uno ’scherzetto’ piuttosto costoso, anche per un Comune senza particolari difficoltà economiche. Insomma, per Oscar Lancini si tratterà di un cospicuo esborso. E stavolta non potrà nemmeno tagliare la mensa per trovare i soldi. Nel marzo del 2011 la scuola venne deleghizzata.

L’INDAGINE SULLA SCUOLA DI ADRO
– Nel settembre 2010 le Fiamme Gialle di Brescia si erano presentate negli uffici comunali per acquisire una serie di documenti amministrativi relativi al progetto della scuola. Ma, sembra, che l’intervento della GdF non sia stato legato ai simboli ma alla costruzione del polo scolastico, un’operazione costata circa 7 milioni di euro. “Quella procedura è la nostra certificazione di legalita – aveva affermato il sindaco Oscar Lancini alla stampa locale – non so esattamente a cosa si riferisca l’iniziativa della Guardia di Finanza ma sono comunque sereno. Non abbiamo nulla da nascondere e tutte le procedure svolte dai miei funzionari e dirigenti sono state completate con grande trasparenza. Restiamo dunque a disposizione dell’autorità per qualsiasi necessità e accertamento. Ogni passaggio della costruzione della scuola è stata una pagina trasparente. Ben venga dunque il vaglio dei magistrati perché fugherà i dubbi alimentati in modo strumentale“.

http://www.gadlerner.it/2013/11/08/arrestato-oscar-lancini-il-sindaco-leghista-di-adro