mercoledì 6 novembre 2013

Istruzione, un altro pezzo di Gelmini se ne va

Un altro pezzo di Gelmini, uno dopo l'altro, esce dalla scuola italiana, dall'università, dalla ricerca. Il ministro Maria Chiara Carrozza ha seppellito  -  per decreto  -  i progetti bandiera della ricerca finanziata. Undici mesi fa c'è stata l'ultima bocciatura: il progetto bandiera "SuperB" in carico all'Istituto nazionale di fisica nucleare veniva cancellato per incompatibilità con i limiti di spesa del Piano nazionale della ricerca. Una revisione dei costi del progetto, curata da un comitato di esperti internazionale, aveva quantificato in un miliardo di euro il suo costo, a fronte dei 650 milioni inizialmente stimati (250 si sarebbero presi direttamente dal fondo di finanziamento degli enti di ricerca). In quella occasione, l'ex ministro Francesco Profumo aveva offerto all'Istituto di fisica nucleare la possibilità di presentare un piano alternativo da finanziare, al massimo, con i 250 milioni del fondo. Non partirà nulla.

Continua a leggere su La Repubblica.it