mercoledì 11 dicembre 2013

Amore lesbico al liceo: convocate dalla preside, gli studenti insorgono

di Mauro Favaro


TREVISO - Baci e carezze tra due ragazze nei corridoi del "Duca degli Abruzzi". Sarebbe stato questo il motivo che ha spinto qualcuno a scrivere una lettera anonima nella quale si punta il dito contro il comportamento di due studentesse colpevoli, a detta dell'autore, di dimostrazioni d'affetto eccessive. Tanto che ieri le ragazze sarebbero state convocate in presidenza per dei chiarimenti.

A denunciarlo sono i rappresentanti d'istituto del Duca. Che non l'hanno presa affatto bene. «È un grave caso di discriminazione. È sottinteso che si tratta di un sentimento tra due ragazze che ha provocato questa reazione - scrivono in una nota rilanciata dalla Rete degli studenti e dal Coordinamento studentesco - ci dissociamo completamente sia dall'evento sia dal richiamo da parte della dirigenza. Non rappresentiamo una scuola discriminatoria e non accettiamo nessun tipo di scusante al comportamento condotto da questo anonimo e da giudizi istituzionali che tengono conto esclusivamente del prestigio che la scuola deve avere».

«Noi, studenti e studentesse, ci distacchiamo completamente da questi pensieri filo-nazisti e filo-fascisti - aggiungono - perché la scuola è libera da qualsiasi pensiero ed azione discriminatoria». Da qui la decisione di lanciare una protesta per il 14 dicembre. «Invitiamo tutti a indossare un nastro viola - chiudono - colore che segna la lotta contro xenofobia e omofobia che verrà consegnato all'entrata della scuola per manifestare la nostra libertà di esprimere la nostra sessualità».


http://www.gazzettino.it/NORDEST/TREVISO/baci_scuola_studentesse_treviso/notizie/399557.shtml


PS:

Giunge in redazione un commento che evidenzia come il fatto oggetto dell'articolo del Gazzettino.it di Treviso sia stato fortemente strumentalizzato e distorto.