domenica 1 dicembre 2013

Dopo Romano Prodi anche Massimo Cacciari ha detto pubblicamente che non andrà a votare alle primarie del Pd.

L’ex sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, filosofo, accademico, politico, esponente del Pd, ha un’idea del tutto contraria a quella di chi ritiene che le primarie per eleggere il segretario di un partito, siano la soluzione di tutti i problemi. Ecco cosa pensa Cacciari, dall’intervista al programma “La Zanzara” su Radio 24.
Non vado alle primarie del Pd, non ho alcun entusiasmo per questa cosa. Le primarie per il segretario sono una follia, pura follia. È una cosa comica che per eleggere il segretario bisogna fare le primarie aperte a chiunque. Quando mai si è visto il capo di un partito eletto dal popolo?
Ormai è il cervello all’ammasso una cosa irrazionale. Sono gli iscritti a un partito attraverso i congressi a decidere». Il Pd ce la sta mettendo tutta per non vincere nemmeno stavolta. Commettono sempre lo stesso errore, sottovalutano l’avversario. Non hanno capito che Berlusconi è stato sconfitto non da loro ma dalla magistratura. Non sanno riconoscere questo fatterello, quindi cadono sempre in questo peccato di arroganza proprio di tutta la tradizione post comunista


http://www.iljournal.it/2013/un-altro-che-non-andra-a-votare-alle-primarie-del-pd-massimo-cacciari/533645