domenica 8 dicembre 2013

LA MATEMATICA E LA FISICA AMATE DALLE MATRICOLE

dal Corriere della Sera on line

Matematica e fisica sfiorano quota 10.000

Che il rapporto tra gli studenti italiani e la matematica sia difficile lo hanno detto recentemente i risultati del test Ocse—Pisa 2013. Ma qualche passo avanti per convincere i ragazzi ad applicarsi alle materie scientifiche in questi ultimi dieci anni è stato fatto. Saranno presentati a Napoli il 12 e il 13 dicembre i risultati raggiunti in dieci anni dal Piano per le lauree scientifiche del ministero dell’Istruzione coordinato da Nicola Vittorio, ordinario di Astronomia e Astrofisica all’Università di Tor Vergata. Dal 2000, annus horribilis per le facoltà scientifiche che in tutta Italia hanno avuto soltanto 4332 immatricolazioni, tra Matematica, Fisica e Chimica , ora gli studenti del primo anno sfiorano complessivamente quota diecimila.

“La difficoltà delle materie, unita a un modo molto tradizionale di farle apprendere e all’idea che una laurea scientifica conducesse esclusivamente alla professione di insegnante senza altre prospettive, aveva svuotato le facoltà - spiega Vittorio, Con il piano per le lauree scientifiche - che ha avuto avvio nel 2005 -gli studenti del primo anno in queste discipline sono saliti a oltre 7000 fino ad arrivare ai 9096 di quest’ultimo anno scolastico.: decisive sono state le attività di orientamento che hanno coinvolto 800 scuole , 173 mila studenti e oltre 2000 insegnanti. La lieve flessione nelle immatricolazioni registrata nell’ultimo anno è considerata dagli esperti del ministero come fisiologica, dopo anni di crescita molto rapida.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.