sabato 29 novembre 2014

Sentenza UE sul futuro dei precari della scuola: un' interessante analisi dal basso



Si vuole riportare un' interessante analisi dal basso sulla sentenza UE riguardante il futuro dei precari della scuola, Questa analisi è stata sviluppata dal sito web PSN ( Professionisti Scuola Network ). L'articolo inizia nel modo seguente: "La sentenza, come purtroppo previsto da PSN, esclude i docenti che abbiano maturato i 36 mesi su organico di fatto ossia con contratti al 30 giugno. Nessun diritto a stabilizzazione anche per precari abilitati con TFA o PAS, per loro in caso di requisiti solo risarcimento economico.
A poche ore dal pronunciamento della Corte Europea, PSN chiarisse ulteriormente gli effetti della sentenza sul futuro dei precari della scuola. Complice una informazione trionfalistica che riporta numeri spropositati (si legge di 250-300 mila soggetti interessati), tanti danno per certo che la sentenza appena emessa metterà fine al precariato dei docenti italiani abituati da sempre a proclami di sindacati e legali che ne preannunciavano l'arrivo come la panacea di tutti i mali. Molti docenti ci scrivono in redazione su quali saranno gli effetti della sentenza, chiedendo inoltre se si estenderanno a tutti i docenti in possesso di almeno 36 mesi di servizio indistintamente se siano o meno abilitati e/o presenti in Graduatoria ad esaurimento e se sarà necessario ricorrere ulteriormente per ottenere la stabilizzazione come in modo martellante sono tornate a consigliare ultimamente alcune sigle sindacali. PSN, in maniera disincantata, chiarisce, sentenza alla mano, gli scenari futuri al provvedimento della Corte Europea di Giustizia. "
 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.