mercoledì 3 dicembre 2014

A Scuola Licenziamo: gli incapaci, gli illegittimi, gli illegali, i partitici, etc. etc. !!!

Viva la Scuola. “Se non ti piace obbedire, cambia lavoro”...

…Il Gruppo di FIRENZE afferma per bocca di Valerio Vagnoli :
“Che le assunzioni nella scuola italiana abbiano spesso corrisposto soprattutto ad interessi di carattere sindacale lo dimostrano da decenni numerosissimi fatti,
tra cui la mancanza di volontà di superare le attuali complicatissime graduatorie del personale supplente.
Un sistema del genere rappresenta una miniera d'oro per le tante sigle sindacali afferenti il mondo scolastico senza il supporto delle quali è impossibile che il precario riesca a capirci qualcosa” …

… Secondo il Gruppo di FIRENZE si tratta di
docenti peraltro facilmente individuabili, ma che non si possono altrettanto facilmente allontanare dall'insegnamento a causa di norme iperprotettive, che infliggono di fatto danni irreversibili agli studenti, soprattutto a quelli che provengono da famiglie che mai saranno in grado di far recuperare ai figli quello che il docente gli ha tolto. Casi non rari, purtroppo, nella scuola…

LINK integrale edito OGGI :

http://www.tecnicadellascuola.it/item/7980-licenziare-i-docenti-incapaci.html

02 LINK -pregressi- (afferenti) alla “licenziabilità” di Dirigenti APICALI & partitici -illegittimi- :

http://aldodomenicoficara.blogspot.it/2014/10/scuola-buona-oppure-alla-marchionne.html

http://aldodomenicoficara.blogspot.it/2014/10/scuola-prima-di-licenziare-gli.html


Che riflessioni trarre da questa ANNOSA … catena di eventi ???

Il dissenso è visto come un pericolo.
Di fronte alla protesta o alle prese di posizione pubbliche, gli argomenti non contano più nulla:
conta soltanto la minaccia all’ordine costituito.
Non importa se tale ordine non è supportato da una legislazione coerente e da ragioni valide nel campo didattico e pedagogico…
… I contenziosi tra docenti e dirigenti sono un esempio eclatante di quanto questa situazione sia voluta:
i dirigenti sono difesi dall’avvocatura di Stato,
i docenti devono invece pagarsi un legale che li accompagni all’udienza in tribunale.
I sindacati sono paralizzati dalla stessa afasia, aggravata dal fatto che si ritrovano spesso a dover rappresentare le due controparti contemporaneamente.
MA SI È MAI VISTO UN MARCHIONNE ISCRITTO ALLA FIOM COME I SUOI OPERAI ? …

… E’ ipocrita lamentarsi della crisi della scuola italiana e poi impegnarsi in ogni modo per provocarla, privandola della democrazia.
NON C’È APPRENDIMENTO SENZA RELAZIONE E DUNQUE SE LA SCUOLA DIVIENE UN LUOGO SENZA POSSIBILITÀ DI RELAZIONE,
SIGNIFICA TRISTEMENTE CHE È ESCLUSA ANCHE QUALSIASI POSSIBILITÀ DI APPRENDIMENTO…

LINK integrale (da cui ATTINGERE)...una Legittima DIFESA della Scuola... COSTITUZIONALE :

https://lapoesiaelospirito.wordpress.com/2013/11/25/vivalascuola-155/