mercoledì 10 febbraio 2016

Copia e incolla: dedicato ai siti web la cui missione è “ copiare le news de La Tecnica della Scuola “



La funzione di copia trasferisce (copiandoli, appunto) in un'area di memoria RAM apposita (chiamata Appunti) un qualunque set di dati da un programma di origine: testi, immagini o altro. Da qui i dati possono essere incollati in un altro programma, sempre che quest'ultimo sia in grado di riconoscere il loro formato (https://it.wikipedia.org/wiki/Copia_e_incolla ). Ad esempio, non sempre è possibile incollare del testo in un programma specializzato per l'elaborazione di suoni, e viceversa. La metafora del copia e incolla è risultata così popolare ed utile da essere estesa praticamente a tutto: i file sul disco possono essere copiati e incollati in posizioni diverse, i fogli di calcolo copiano ed incollano interi grafici, eccetera. Cosa può essere copiato o incollato è completamente sotto il controllo del singolo programma, e non del sistema operativo. Si è però evoluto un sistema di convenzioni, grazie al quale si usano sempre le stesse combinazioni di tasti. Versioni più sofisticate permettono di usare più aree di memoria contemporaneamente, al prezzo però di complicare un poco i comandi che l'utente deve dare: occorre, oltre a dare il comando di copia o incolla, specificare anche su quale delle aree di appunti si vuole operare. Un ulteriore vantaggio del copia e incolla è che in genere non utilizza l'unità a disco, risultando perciò molto veloce. Questo può non essere più vero nel caso in cui vengano copiati dei dati molto voluminosi, che superano la capacità di memoria fisica del computer costringendo il sistema operativo ad utilizzare la memoria virtuale sul disco. Se invece di riprodurre si intende spostare i dati, si ricorre al taglia e incolla, o al drag and drop (trascina e rilascia).

 

Aldo Domenico Ficara

 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.