martedì 26 luglio 2016

Ds chiedono lumi sulla chiamata diretta, fattibile il requisito sul corso " Storia, dialetti e tradizioni padane " ?


Sono tantissimi i dubbi che in questi giorni di sol leone animano i pensieri di tantissimi Ds, i tempi per la chiamata diretta dei docenti sono stretti, mentre le vie per possibili ricorsi ai tribunali del lavoro sono larghe quanto un’autostrada a sei corsie. Vediamo di seguito quali sono le domande di chiarimento che i Ds si fanno nelle pagine social:

1.     tre dubbi.

a) Vanno inseriti tra i posti da assegnare gli spezzoni in organico di diritto, vacanti e disponibili, che costituiscono cattedra (cioè sono accorpati ad altra scuola) e di cui abbiamo la titolarità?

b) Per le scuole che hanno plessi collocati in ambiti territoriali diversi, occorre tenere conto della collocazione della sede legale oppure della collocazione logistica per l'individuazione del docente?

c) Ritenete possibile/opportuno inserire tra i requisiti la continuità didattica, se valutata positivamente?

2.     Tra gli indicatori ci può essere il possesso di altre abilitazioni ? Si può indicare precedente esperienza di insegnamento in certi tipi di scuola?

3.     Quest'anno nella scuola primaria abbiamo avuto docenti della scuola secondaria di secondo grado utilizzati per lingue straniere, ed. fisica, ed. artistica. Sarà possibile richiedere tali risorse anche per il prossimo anno?

4.     La continuità didattica può essere un criterio? E l'assenza di provvedimenti disciplinari?

5.     Come fanno i docenti dell'infanzia e della primaria a presentare candidature se la scadenza (4 agosto) è antecedente all'assegnazione agli ambiti territoriali(18 agosto)?

6.     Cattedre orario esterne: è la scuola di titolarità che fa l'avviso?  Il DS della scuola di completamento se lo prende anche se non compatibile con il suo PTOF e con il suo ambito territoriale? E poi: Inoltre come fa il DS a motivare i requisiti in rapporto al PTOF e al RAV per l'organico potenziato visto che lo stesso è stato dato indipendentemente dalle richieste delle scuole? La maggior parte delle classi di concorso assegnate non è stata richiesta né per l'a.s 2015/2016, né tantomeno per il triennio 2016/2019.

7.     vorrei sapere se conviene inserire tra i criteri quelli organizzativi: il rischio è che non corrispondano ad alcun aspirante poiché difficilmente hanno ricoperto ruoli significativi.

8.     Il colloquio è uno strumento nuovo di selezione del personale nel mondo della scuola italiana. Non si può ridurre al mero accertamento dei requisiti tecnici desumibili dal CV, dovrebbe per esempio verificare un'attitudine alla professione , ma con quali strumenti procediamo, in maniera trasparente, alla verifica di questi requisiti? Ancora, in quale misura il colloquio deve incidere? Ciò va chiarito nell'Avviso , ai sensi dei principi che sono enunciati nel ptti?

9.     Sono seriamente preoccupata per la tempistica che oltretutto coincide con le ferie mie, a cui non intendo rinunciare, e della segreteria che è praticamente deserta fino al 22. E' pensabile uno slittamento di date, almeno quelle di chiusura delle operazioni, prevedendo un posticipo al 26 per tutti gli ordini di scuola? Ripeto non è tanto la predisposizione del bando che mi preoccupa ma la tempistica successiva

e infine una domanda che farà riflettere molti

Vorrei sapere se posso inserire nei requisiti il titolo riguardante il corso " Storia, dialetti e tradizioni Padane" ?

Con buona pace di tutti gli insegnanti meridionali

 

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.