lunedì 19 settembre 2016

Nella scuola i Dipartimenti disciplinari sono sedi deputate alla ricerca e all’innovazione


I Dipartimenti disciplinari sono sedi deputate alla ricerca, all’innovazione metodologica e disciplinare ed alla diffusione interna della documentazione educativa, allo scopo di favorire scambi di informazioni, di esperienze e di materiali didattici. I lavori vengono coordinati da un docente nominato dal Dirigente scolastico, previa autocandidatura  proposte dal dipartimento stesso e dello stesso DS, tenendo conto anche di esperienze e competenze di organizzare e promuovere attività di lavoro finalizzate al miglioramento della didattica.
Tra le competenze dei Dipartimenti rientrano:
·         la definizione degli obiettivi, l'articolazione didattica della disciplina e i criteri di valutazione;
·         la costruzione di un archivio di verifiche;
·        la scelta dei libri di testo e dei materiali didattici;
·        la scelta delle modalità di verifica e la costruzione di verifiche comuni;
·         il confronto delle diverse proposte didattiche dei docenti in ordine alla disciplina;
·        l'innovazione, attraverso un lavoro di ricerca e autoaggiornamento;
·        la promozione di proposte per l’aggiornamento e la formazione del personale
·        la promozione, la sperimentazione di metodologie didattiche plurime.
Il coordinatore collabora con la dirigenza, il personale e i colleghi:
1.     rappresenta il proprio dipartimento;
2.     fissa l’ordine del giorno, raccolte e analizzate le necessità didattiche, sulla scorta delle indicazioni del comitato didattico e delle richieste presentate da singoli docenti;
3.     su delega del dirigente scolastico, presiede il dipartimento le cui sedute vengono verbalizzate; il verbale, una volta approvato e firmato dal coordinatore, viene riportato sul registro generale dei verbali del dipartimento.
4.     è punto di riferimento per i docenti del proprio dipartimento come mediatore delle istanze di ciascun docente, garante del funzionamento, della correttezza e trasparenza del dipartimento;
5.     verifica eventuali difficoltà presenti nel proprio dipartimento. Quando il dialogo, il confronto e la discussione interna non risolvano i problemi rilevati, ne riferisce al dirigente scolastico.

 

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.