giovedì 8 settembre 2016

Ordinanza anti algoritmo mobilità docenti


Pubblicato un altro articolo su Il Mattino di Napoli riguardante la mobilità dei docenti per l’ anno scolastico 2016/17. In tale articolo si fa riferimento all’ ordinanza che mette in discussione per la prima volta in Italia il fatidico algoritmo del Miur. Lo stesso algoritmo che ha permesso di scavalcare in modo non chiaro una maestra salernitana da colleghe con punteggio inferiore. L’ordinanza recita così:«La presente domanda cautelare è meritevole di accoglimento - scrive il giudice nel dispositivo della ordinanza - sussistendo sia il fumus boni iuris che il periculum in mora. In ordine al fumus, appare evidente che la ricorrente, nelle medesime condizioni di altre insegnanti individuate come controinteressate, pur avendo conseguito un punteggio superiore, in assenza di altre condizioni, si è vista scavalcare e non ha ottenuto l’insegnamento della lingua inglese in Campania, in uno degli ambiti territoriali nei quali sono stati coperti nella scuola primaria i posti di lingua inglese assegnati alle controinteressate, con punteggio inferiore». Nell’articolo de Il Mattino si mette in evidenza un altro punto cruciale della ordinanza sospensiva del giudice del lavoro, ovvero il danno legato al ricerca di una nuova sistemazione abitativa lontano da Salerno e dalla famiglia.

 

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.