martedì 27 settembre 2016

Un’analisi alunni/classe presupponendo uguali superfici calpestabili per aula


Sul sito web di informazione scolastica TuttoScuola (http://www.tuttoscuola.com/cgi-local/disp.cgi?ID=39239  ) si scrive: “Nell’anno scolastico appena cominciato il rapporto alunni per classe a livello nazionale è di 21,09, in diminuzione rispetto al 21,24 dell’anno scorso e rispetto al 21,49 del 2012-13. Ma in Calabria le classi ospitano in media 19,01 alunni, mentre in Emilia Romagna devono stringersi in ogni classe in media 22,25 alunni (3,24 in più degli alunni calabresi). Le due regioni rappresentano la punta di un fenomeno che riguarda le aree geografiche di appartenenza: al Nord il rapporto alunni/classe si attesta quest’anno a 21,63 (rispetto al 20,41 di nove anni fa: +6%); al Sud e nelle Isole a 20,36 (rispetto al 19,97 di nove anni fa: +2%) “. Sembrerebbe che in Calabria ci siano meno alunni per classe rispetto all’ Emilia Romagna, però in questi dati manca un fattore significativo: la superficie calpestabile per aula, o meglio la media delle superfici calpestabili delle aule per regione.

 

Aldo Domenico Ficara