domenica 30 ottobre 2016

Brunetta: Renzi ha poco da stare sereno


Dichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia: “Brutta giornata per il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Prima continua a ripetere come un pappagallo la barzelletta sul potere di veto dell’Italia in merito al bilancio Ue. A Bruxelles ormai ridono a leggere queste dichiarazioni e nessuno lo prende più sul serio. Dopo il nostro premier legge i sondaggi sul referendum, e per lui è anche peggio. Per il nuovo sondaggio condotto dall’Istituto Ixè i No, dopo aver sorpassato i Sì nella rilevazione della scorsa settimana (50,7% No, 49,3% Sì), hanno incrementano sensibilmente il loro vantaggio che passa da 1,4 a 4 punti percentuali (52% No, 48% Sì). Una notizia questa che non fa altro che confermare il trend sottolineato da tutte le case di sondaggi: i No sono in netto vantaggio sui Sì. Per Index Research i No rimangono in vantaggio sui Sì con una forbice che oscilla dal 2,6 al 3,4%. Per Eumetra, addirittura, nell’ultimo mese il No mantiene il suo vantaggio sui Sì con una media del 8-9%. Terzo punto. I dati sulla presenza nella rete e nei social confermano lo strapotere del No (dato tra il 65 e il 75%) rispetto al Sì, al quale restano solo le briciole. La quarta e ultima tranvata per Renzi arriva in serata. Per i Bookmaker stranieri, l’orientamento sul referendum costituzionale è già chiaro: secondo l’agenzia specializzata Agipronews, il bookie Ladbrokes ha ritoccato al ribasso le quote del No (da 1,73 a 1,67), mentre il Sì, da quota 2,00 a 2,10, diventa più improbabile. Renzi ha poco da stare sereno. Nonostante gli effetti speciali, nonostante la balla Equitalia, nonostante un’invasione mediatica senza precedenti il No è nettamente avanti e il 4 dicembre vincerà il referendum. Gli italiani hanno capito l’imbroglio di questo premier mai eletto. Cominci pure a far le valigie”.
 
 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.