martedì 11 ottobre 2016

Eliminazione del vincolo triennale: promesse da referendum ?


Nella prossima Legge di Stabilità ( da deliberarsi entro dicembre)  potrebbe essere eliminato  il vincolo triennale che lega gli insegnanti alla provincia di immissione in ruolo, spesso lontana dalla terra d’origine del docente. A tal riguardo nella passata stagione estiva gli animi del mondo scolastico si sono accesi con parole pesanti come “deportazione”,  termine usato pubblicamente per indicare il trasferimento obbligato su uno degli ambiti territoriali costituiti nell’a.s 2016/17. In questi giorni ante referendum costituzionale le speranze di chi è stato allontanato dai propri affetti  si riattivano, perché probabilmente per  il prossimo anno scolastico2017/18  sarà consentito di presentare ancora una volta la domanda di mobilità verso la provincia di interesse. Ad oggi si tratta ancora di una proposta, ma il fatto che se ne parli è di indicativo di un rinnovato interesse del Governo verso le rivendicazioni di quei docenti che non hanno accettato il trasferimento forzoso da sud a nord del Paese.   Rimane da riflettere sul fatto che tali  proposte, fatte a meno di 2 mesi dal referendum costituzionale, potrebbero essere male  interpretate.

 

Aldo Domenico Ficara