giovedì 27 ottobre 2016

Post terremoto: scuole chiuse in Abruzzo, Umbria e Toscana

Abruzzo:
Scuole chiuse, domani, in via precauzionale, nei principali comuni abruzzesi, in seguito alle forti scosse di Terremoto con epicentro tra Umbria e Marche. Non apriranno le scuole di Chieti, Montesilvano, Città Sant’Angelo (Pescara), Lanciano, Francavilla al Mare, Vasto, Ortona (Chieti), Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Atri e Tortoreto (Teramo). La Provincia di Pescara ha disposto la sospensione delle attività scolastiche in tutte le scuole superiori di sua proprietà. Chiuse anche le università dell’Aquila e di Teramo.
Umbria:
E’ stata disposta ai sindaci la chiusura delle scuole nei comuni di Nocera Umbra, Valtopina, Assisi, Foligno, Spello, Bevagna, Montefalco, Trevi, Sellano Campello sul Clitunno, Gualdo Cattaneo, Giano dell’Umbria, Castel Ritaldi, Spoleto, Cerreto di Spoleto, Preci, Norcia Vallo di Nera, Sant’Anatolia di Narco, Poggiodomo, Scheggino, Monteleone di Spoleto, Cascia Ferentillo, Polino. Lo comunica la Regione Umbria in un aggiornamento sul quadro degli interventi effettuati dal dipartimento di Protezione civile della Regione.
Toscana:
Gente in strada, dopo la forte scossa di Terremoto di stasera viene segnalata a San Sepolcro (Arezzo), in Val Tiberina, la parte della Toscana più geograficamente vicina all’epicentro del sisma nelle Marche.