sabato 5 novembre 2016

Ci sono due motivi per cui è sbagliato mandare fuori dall’aula uno studente che disturba la lezione


 
 
Ci sono due motivi per cui è sbagliato mandare fuori dall’aula uno studente che disturba la lezione: uno è didattico/educativo e l’altro legale.
·       Il primo ( didattico/educativo ): all’insegnante viene affidato uno studente. L’insegnante ha il dovere di prendersi cura della sua educazione, della sua preparazione disciplinare e della sua sicurezza. Se si manda fuori un alunno dalla classe, durante tutto il periodo della assenza forzata  dalla classe non gli si insegna nulla e pertanto si lede il suo diritto di imparare la disciplina.
·       Il secondo (legale ) : Lo studente mandato fuori dall’aula non si può sorvegliare. In altre parole quando uno studente è fuori dalla classe,  nessuno lo vigila. L’obbligo di vigilanza è fra i principali doveri del docente, che non deve mai lasciare soli gli alunni, per non incorrere nella “culpa in vigilando”. Se un alunno si fa male, il docente che avrebbe dovuto vigilare ha responsabilità penali, civili, amministrativo-patrimoniali e disciplinari.

Nel 2014 scrissi sull’argomento un articolo simile su La Tecnica della Scuola

 

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.