sabato 5 novembre 2016

Pantaloni a vita bassa, minigonne e sandali è il modo migliore di vestirsi per andare a scuola ?


Pantaloni a vita bassa, minigonne e sandali non è il modo migliore di vestirsi per andare a scuola. Attualmente non c’è una legge che disciplini la questione a livello nazionale, ma il tutto è lasciato alla tolleranza dei singoli insegnanti. "Una mattina ho incontrato un alunno con la biancheria intima in bella mostra, altri con le infradito e i pinocchietti, e anche un'insegnante parecchio scollacciata. A quel punto ho soltanto voluto ricordare con una circolare che ci sono dei limiti che non vanno oltrepassati. Ne va del decoro del nostro istituto”, con questo commento qualche anno fa un preside di un Liceo  di Napoli  diramò una circolare interna per vietare scollature e abiti succinti. A questa se ne accodarono altre in tutta Italia. È una questione di educazione e buongusto quella di saper scegliere l’abito adatto ad ogni occasione, ed andare a scuola è, che piaccia o no, una occasione formale.  Altrettanto chiara fu la reazione degli studenti che affidarono al social network Facebook le loro reazioni.«Scioperiamo», propone A. Z., aggiungendo una serie di «o» finali, forse per rafforzare il concetto. G.D.E. è più drastico: «Facciamo una rivoluzione», e fa seguire la frase da una «faccetta» sorridente.«È un buon motivo per occupare?», chiede V.S., «Questa scuola non è un carcere», scrive un ragazzo. M. della terza liceo.

 

Aldo Domenico Ficara

 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.