giovedì 1 dicembre 2016

L’aumento stipendiale medio dei docenti è di solo 15 euro netti all’anno





Per la categoria degli insegnanti i tanto sbandierati 85 euro rappresentano un aumento stipendiale medio lordo che può essere così analizzato:
·        sono in generale 45 euro netti medi spalmati su un triennio ( 2016 -18 ),  quindi l’aumento sarà al 100% solo a fine 2018,
·         25 euro netti per gli ATA (direttore dei servizi escluso),
·         35 euro netti per Infanzia e Primaria,
·         45 euro netti per i docenti di scuola Media,
·         55 euro netti per la scuola Superiore di secondo grado.
Considerando una distribuzione lineare sui tre anni dell’aumento stipendiale avremo i seguenti importi annuali ( valori numerici che devono poi essere moltiplicati per le 12 mensilità ):
·        8.33 euro netti per gli ATA (direttore dei servizi escluso),
·        11.66 euro netti per Infanzia e Primaria,
·        15 euro netti per i docenti di scuola Media,
·        18.33 euro netti per la scuola Superiore di secondo grado. 


Aldo Domenico Ficara

PS: dalla pubblicazione di questo articolo ( dicembre 2016 ) sono passati 4 mesi, ma di aumenti stipendiali nemmeno l'ombra. In altre parole a oggi ( 30 aprile 2017 ) l'aumento stipendiale degli insegnanti è fermo a zero euro.

Aggiornamento 30 luglio 2017: Dall'ultimo aggiornamento sono passati 3 mesi e la soluzione contrattuale non è stata risolta. La cifra media che si proporrà è ancora di 85 euro ( spalmati su 3 anni ), da mettere sulla parte fondamentale della retribuzione, a cui si aggiunge il salario accessorio che sarà distribuito per merito. Tra le questioni trasversali ai comparti ci sono, oltre alle risorse, i capitoli relativi a orari e ferie, nonché la revisione dei permessi e delle assenze per malattia.


Aggiornamento 05 settembre 2017:  con l'inizio del nuovo anno scolastico rimangono tutti in piedi i dubbi sul nuovo contratto degli insegnanti e di conseguenza sull'aumento stipendiale che rimane come tetto massimo di 85 euro lordi sul triennio

Aggiornamento 01 ottobre 2017:  le cifre dell'aumento stipendiale rimangono sempre quelle anche se il MEF gioca al ribasso. Si fa avanti l'ipotesi della retribuzione della formazione degli insegnanti in orario fuori servizio

Aggiornamento 08 dicembre 2017: il gioco al ribasso del Mef sembra avere la meglio nella contrattazione, infatti, non si parla più di 85 euro ma di 80 euro, sempre lordi e su base triennale