giovedì 1 dicembre 2016

L’aumento stipendiale medio dei docenti è di solo 15 euro netti all’anno





Per la categoria degli insegnanti i tanto sbandierati 85 euro rappresentano un aumento stipendiale medio lordo che può essere così analizzato:
·        sono in generale 45 euro netti medi spalmati su un triennio ( 2016 -18 ),  quindi l’aumento sarà al 100% solo a fine 2018,
·         25 euro netti per gli ATA (direttore dei servizi escluso),
·         35 euro netti per Infanzia e Primaria,
·         45 euro netti per i docenti di scuola Media,
·         55 euro netti per la scuola Superiore di secondo grado.
Considerando una distribuzione lineare sui tre anni dell’aumento stipendiale avremo i seguenti importi annuali ( valori numerici che devono poi essere moltiplicati per le 12 mensilità ):
·        8.33 euro netti per gli ATA (direttore dei servizi escluso),
·        11.66 euro netti per Infanzia e Primaria,
·        15 euro netti per i docenti di scuola Media,
·        18.33 euro netti per la scuola Superiore di secondo grado. 


Aldo Domenico Ficara

PS: dalla pubblicazione di questo articolo ( dicembre 2016 ) sono passati 4 mesi, ma di aumenti stipendiali nemmeno l'ombra. In altre parole a oggi ( 30 aprile 2017 ) l'aumento stipendiale degli insegnanti è fermo a zero euro.

Aggiornamento 30 luglio 2017: Dall'ultimo aggiornamento sono passati 3 mesi e la soluzione contrattuale non è stata risolta. La cifra media che si proporrà è ancora di 85 euro ( spalmati su 3 anni ), da mettere sulla parte fondamentale della retribuzione, a cui si aggiunge il salario accessorio che sarà distribuito per merito. Tra le questioni trasversali ai comparti ci sono, oltre alle risorse, i capitoli relativi a orari e ferie, nonché la revisione dei permessi e delle assenze per malattia.


Aggiornamento 05 settembre 2017:  con l'inizio del nuovo anno scolastico rimangono tutti in piedi i dubbi sul nuovo contratto degli insegnanti e di conseguenza sull'aumento stipendiale che rimane come tetto massimo di 85 euro lordi sul triennio

Aggiornamento 01 ottobre 2017:  le cifre dell'aumento stipendiale rimangono sempre quelle anche se il MEF gioca al ribasso. Si fa avanti l'ipotesi della retribuzione della formazione degli insegnanti in orario fuori servizio