martedì 6 dicembre 2016

Non ci sono dubbi, la scuola ha mandato a casa il governo Renzi


 
 
Dopo il 15 luglio 2015 per il governo Renzi ci sono state solo sconfitte elettorali. Il mondo della scuola, deluso dalla legge 107/15, si è sempre messo di traverso fino all’esito finale del voto referendario del passato 4 dicembre 2016. Spesso dalle pagine di RTS si è analizzato questo braccio di ferro tra esecutivo nazionale e sistema scuola, un mondo che tra insegnanti, amministrativi, studenti e genitori  può contare su un bacino di voti pari a circa tre milioni di voti.  Sulla questione  è intervenuto anche il coordinatore nazionale della Gilda Insegnanti, Rino Di Meglio, che non ha mancato di sottolineare il ruolo del personale della scuola riguardo all’esito del Referendum. Infatti,  in un articolo pubblicato su Orizzonte Scuola si scrive: “ Di Meglio ha evidenziato che, dopo l’approvazione della legge 107/20015, ad ogni consultazione elettorale il Governo, non a caso, è stato sconfitto. Queste, come riportato da AdnKronos,  le parole de Coordinatore della Gilda: “Sarà stato un caso ma da quando è stata approvata questa legge, ogni volta che è stata fatta una consultazione elettorale, il Governo ne è uscito male”.

 

Aldo Domenico Ficara