mercoledì 8 febbraio 2017

L’università italiana laurea i professori delle scuole che formano i ragazzi somari oggi denunciati


 
 
Spartaco Pupo, ricercatore e docente di storia delle dottrine politiche all’Università della Calabria in un intervento sulle gravi difficoltà dei nostri studenti nello scrivere e leggere correttamente sul Giornale scrive: “E’ davvero singolare che oltre 600 docenti universitari, alcuni anche prestigiosi, abbiano firmato un appello dai toni così semplicistici o, per usare un termine di gran moda, ‘populistici’, per chiedere al governo e al parlamento ‘interventi urgenti’ contro il ‘semianalfabetismo’ dei loro studenti, accusati di scrivere malissimo in italiano e di commettere gravi errori di sintassi, grammatica e lessico. Il problema, in realtà, è più complesso di quanto vorrebbero fare apparire questi colleghi, e investe, oltre alla scuola, anche e soprattutto l’università italiana, che fino a prova contraria laurea i professori delle scuole che formano i ragazzi somari oggi denunciati, i quali esistono per davvero, aumentano ogni anno di più, e di cui è giusto dibattere”.  

 

Aldo Domenico Ficara