sabato 25 febbraio 2017

Nel concorso per maestre svolto in Veneto va in onda la sagra dell’errore grammaticale


 
 
Dalle pagine del Corriere del Veneto si possono leggere le parole di un racconto, sul concorso per maestre fatto da uno degli esaminatori. "Ci siamo trovati davanti a errori grossolani certamente c'erano anche imprecisioni legate ai contenuti, ma quelle sono sempre prevedibili in un esame. Ci hanno colpito invece gli errori grammaticali. Sbagli che molto spesso vengono corretti anche ai bambini delle scuole elementari, le stesse in cui queste maestre sarebbero dovute andare ad insegnare. Ogni volta che ci trovavamo davanti a una mostruosità di questo tipo ci guardavamo tra noi sconvolti e di fronte ad alcune abbiamo allargato le braccia". Per dovere di cronaca tra gli Strafalcioni vengono citati: "rattopo","disciendente" o "aquisto". Una sagra dell’errore grammaticale che ha costretto gli esaminatori a bocciare il 53% dei partecipanti e ad ammettere all'orale 1.604 su 3.410 iscritti.

 

Aldo Domenico Ficara