venerdì 3 febbraio 2017

Richieste della Gilda: Mantenere la terza prova alla maturità e tirocinio post concorso ridotto a due anni


 
 

Mantenere la terza prova alla maturità e accorciare a due anni il percorso triennale di formazione e tirocinio post concorso per gli insegnanti. Sono due delle richieste avanzate dalla Gilda che, in occasione dell’ audizione in Commissione VII del Senato, ha depositato agli atti il proprio parere sugli schemi dei decreti legislativi approvati in via preliminare dal Consiglio dei Ministri per dare attuazione a otto delle nove deleghe previste dalla legge 107/2015. A tal riguardo si ricorda che la terza prova  dell'esame di stato non può coinvolgere più di cinque materie e deve prevedere solo una delle seguenti tipologie di domande:
a)     trattazione sintetica di argomenti significativi (non più di cinque)
b)    quesiti a risposta singola (da dieci a quindici)
c)     quesiti a risposta multipla (da trenta a quaranta)
d)    problemi a soluzione rapida (non più di due)
e)     analisi di casi pratici e professionali (non più di due)
f)      sviluppo di un progetto
Esiste solo un’eccezione: le tipologia b) e c) possono essere combinate