sabato 27 maggio 2017

Chi non usa il bonus di 500 euro, il prossimo anno potrà spenderne mille








Nell’erogazione del borsellino elettronico per la spesa di 500 euro che gli insegnanti potranno investire per l’autoformazione e l’aggiornamento arrivano dei chiarimenti in riferimento alla cumulabilità  delle somme. Infatti il DPCM, contrariamente a quanto previsto fino ad ora, all’art. 6, c.6, prevede che le somme non spese siano cumulabili nel corso degli anni. Quindi anche ciò che non è stato speso l’anno precedente, lo si ritrova nel “borsellino” nell’anno scolastico successivo. Quindi chi prevede per il proprio aggiornamento professionale una spesa intorno ai mille euro,  non dovrà spendere i 500 euro quest’anno e  il prossimo anno potrà spenderne il doppio.

Aggiornamento 29 agosto 2017Il bonus da 500 euro spetta ai docenti di ruolo delle istituzioni statali, in particolare a quelli in full-time, part-time, neoassunti, docenti distaccati o comandati, docenti di sostegno e docenti di religione cattolica


Aldo Domenico Ficara