mercoledì 28 giugno 2017

Dispersione scolastica: una piaga sociale in Sicilia e Sardegna



In Questi giorni il Ministro dell’istruzione Valeria Fedeli è intervenuta in audizione davanti alla Commissione parlamentare di inchiesta Città e periferie della Camera. In tale occasione la responsabile del Miur ha sottolineato che nelle periferie delle città ci sono ancora troppe disuguaglianze e che contro il fenomeno della dispersione scolastica servono nuovi interventi. In particolare la Fedeli ha dichiarato: si evidenzia una decrescita del fenomeno della dispersione dal 20,8% del 2006 all'attuale 14,7%, che però è un dato ancora troppo alto. I dati evidenziano una differenziazione tra sessi (donne intorno al 12%, uomini oltre il 16%) e forti differenze nei tassi di abbandono tra le diverse regioni rispetto al raggiungimento dell'obiettivo, stabilito dall'UE (UE, 2020), del 10% entro l'anno 2020 - si va da un +14 % rispetto al traguardo UE (24% di abbandoni) di Sicilia e Sardegna al -2% del Veneto (8% di abbandoni).»




Aldo Domenico Ficara