venerdì 30 giugno 2017

Studente copia il compito di matematica all’esame di stato 2017. Dovrà ripetere l’anno




Dalle pagine  del Corriere della Sera si apprende che uno studente che ha frequentante il quinto anno di un liceo scientifico di Ascoli Piceno è stato smascherato mentre copiava il compito di matematica all’esame di stato 2017. Una prova scritta svolta da qualcuno al posto suo, fotografata e inviata sul telefonino tramite WhatsApp. Lo studente  per la normativa vigente non avrebbe potuto tenere lo smartphone con sé, essendoci l'obbligo di consegna ai commissari all'ingresso all'esame di Stato.  Quindi non avrebbe potuto copiare la seconda prova,  usufruendo di uno dei più diffusi social per telefonini. Nonostante la commissione fosse composta solo da interni- come è previsto per le zone terremotate- non c'è stata alcuna clemenza. Infatti, la prova è stata invalidata, allo studente maldestro  non è stato concesso di svolgere la terza prova ( che avrebbe dovuto sostenere lunedì 26 giugno ) nonostante si sia presentato con un legale- e di conseguenza sarà bocciato. Decisione avallata dall'ispettore ministeriale, inviato dall'ufficio scolastico regionale delle Marche per fare chiarezza. A cambiare le carte in tavola potrebbe essere solo un ricorso legale.




Aldo Domenico Ficara