domenica 6 agosto 2017

Fabrizio Rondolino: storie di provocazioni mediatiche contro gli insegnati

Per meglio capire lo stato d’animo degli insegnanti ricordiamo 2 episodi giornalistici che videro protagonista Fabrizio Rondolino;

Il primo datato 26 giugno 2015

Il tweet del giornalista ed ex spin doctor di Massimo D'Alema attacca i docenti che il 24 giugno sono scesi in piazza contro l'approvazione del ddl Renzi-Giannini al Senato. E, visti i disagi alla circolazione, chiede che le forze dell'ordine, dopo averli colpiti, liberino "il centro storico di Roma". A ilfattoquotidiano.it dice: "E' una provocazione, ma la città non può essere ostaggio di ultragarantiti che lavorano poco e male"


Il secondo datato 6 agosto 2016

Fabrizio Rondolino: “ Se gli insegnanti del Sud conoscessero l’italiano, almeno capiremmo cosa vogliono”. In un articolo sull'argomento pubblicato sul sito web I nuovi vespri così si scriveva: " Così il giornalista de l’Unità (renziana) descrive i docenti del Mezzogiorno d’Italia. A noi le sue parole ricordano le tesi, alquanto strampalate, di Alfredo Niceforo, un positivista di fine ‘800 che considerava gli abitanti del Sud e delle isole inferiori. Rondolino riserva il suo acido sarcasmo ai docenti delle scuole superiori del Meridione che, a quaranta e cinquant’anni, contestano la ‘buona scuola’ di Renzi che li vuole costringere ad andare a lavorare nel Nord, abbandonando le proprie famiglie ".


Aldo Domenico Ficara


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.