lunedì 25 settembre 2017

Francesco Sabatini: la lingua Inglese è importante, ma nelle scuole più attenzione all’insegnamento dell’Italiano




Nel 2014 a Messina presso  palazzo Zanca, in un salone delle Bandiere gremito in ogni ordine di posti, Francesco Sabatini, noto linguista, già presidente dell’Accademia della Crusca, deliziò la platea, composta per lo più da docenti, con autentiche perle di saggezza. Il professore emerito dell’Università La Sapienza di Roma affermò: “ La scuola è al centro di un grande dibattito chi guida una comunità deve porsi la questione dell’educazione, dell’istruzione. Non sempre, tuttavia, si intravedono linee precise e attuabili. Non se n’è mai parlato negli ultimi 20 anni. Eppure, la capacità di capire i testi e di leggere è poco sviluppata ”.   In altre parole la priorità, nella programmazione ministeriale, è data spesso allo studio della lingua inglese ( vedi le metodologie CLIL ), ma Sabatini, pur riconoscendone l’importanza, vorrebbe si facesse maggiore attenzione all’insegnamento dell’Italiano.


Aldo Domenico Ficara

Aggiornamento 03 dicembre 2017: notizia di pochi giorni quella della maestra di sostegno che corregge il proprio alunno, reo di aver scritto zebra con una sola b, sostenendo che la parola coretta fosse zebbra con 2 b