giovedì 28 dicembre 2017

Beppe Iannicelli: le meschine professoresse son costrette a restare in vacanza fino al 7 Gennaio




Oggi Orizzonte Scuola si sofferma su un post pubblicato da Beppe Iannicelli nella propria pagina Facebook. Il solito post che va contro le vacanze degli insegnanti. Il post recita così: “Mentre tutti i cristiani normali (professionisti, dipendenti pubblici e privati) questa mattina hanno ripreso a lavorare come Dio comanda, i poveri maestri e le meschine professoresse son costrette a restare in vacanza fino al 7 Gennaio. E poi una settimana di vacanza a Pasqua ed almeno due mesi d'estate. UNA VITACCIA CHE "PIU' MIGLIORE" NON SI "POTESSE" IMMAGINARE PER UN'UOMO NORMALE “. Lasciamo ai nostri lettori i relativi commenti


Fonte

La redazione di RTS  vuole evidenziare il termine "meschine" riferito alle professoresse, che rappresentano da sempre  uno dei pilastri principali del sistema istruzione nazionale. Sono un pilastro dell'istruzione, perchè con il loro lavoro raggiungono nella maggior parte dei casi l'obiettivo di far scrivere ai loro studenti " un uomo " senza l'apostrofo ( come invece  si può leggere nel post riportato di seguito )