giovedì 14 dicembre 2017

Concorsi a cattedra 2018 senza posti




Riportiamo lo stralcio di un articolo pubblicato su Orizzonte Scuola che recita così: “ Si tratterà di concorsi “particolari e innovativi”, nel senso che non saranno banditi per un determinato numero di posti, quindi non legati ad un piano di immissioni in ruolo. Pertanto, nel momento in cui il docente partecipa alla procedura, pur scegliendo la regione in cui desidera essere assunto a tempo indeterminato, non gli sarà possibile sapere con certezza quanto tempo passerà tra la vincita del concorso e l’immissione in ruolo. Per alcune classi di concorso potrebbero occorrere degli anni, soprattutto se si sceglie regione con GaE ancora in piedi e graduatorie concorso 2016 ancora piene “. Quindi per i nuovi aspiranti docenti che dovranno passare  dai meandri del FIT, si aprono scenari di lungo respiro.


Aldo Domenico Ficara