domenica 18 marzo 2018

Insegnante dal futuro lavorativo incerto si suicida a 34 anni


Troppi pensieri brutti per sopportare il peso di una vita che si era fatta difficile, un tunnel senza luce.

Il futuro lavorativo incerto, una forte delusione d’amore, lo stato di salute che da tempo la preoccupava. Probabilmente per tutti questi motivi ieri mattina Lakshimi Spedaletti, giovane insegnante di 34 anni, ha deciso di farla finita. Un amico l’ha ritrovata dentro la sua abitazione in via Brancondi, nel centro di Loreto, ormai senza vita. Si era impiccata già da qualche ora e aveva lasciato un biglietto inequivocabile: «Non ce la faccio più, scusatemi».