domenica 6 maggio 2018

Pietro Zocconali: Prima del ’68 c’era un rispetto per la scuola e per i docenti, che adesso non c’è più



Pietro Zocconali, presidente dell’Associazione nazionale sociologi (Ans), nel corso di un convegno nazionale sulle problematiche giovanili, riferendosi ai recenti episodi di bullismo nelle scuole, come riportato in un articolo pubblicato su La Tecnica della Scuola,  ha sottolineato:  “ il Sessantotto è stata una porta attraverso la quale siamo entrati nell’ignoto. Prima del ’68 c’era un rispetto per la scuola e per i docenti, che adesso non c’è più. Oggi certi insegnanti si sentono uguali ai ragazzi, si fuma in classe, nelle scuole è entrata la droga. A questo si aggiunge il fatto che la famiglia non c’è più. Credo che la scuola, come istituzione, debba tornare ad essere un edificio sacro, come le chiese. Quando i ragazzi entrano a scuola devono cambiare atteggiamento. E la scuola deve tornare ad aiutare i genitori a far crescere i figli”.